Su Internet, in particolare sui social network, ha acquisito grande autorevolezza la figura del Travel Designer, ovvero una persona che sfrutta la propria conoscenza della materia per “cucire” esperienze di viaggio personalizzate in base alle tue attitudini.

Il travel designer è quindi oramai un punto di riferimento a cui affidarsi per domande e consigli sul prossimo viaggio che si vuole intraprendere o su una meta in particolare.
La sua abilità sta nel riuscire a tracciare un profilo il più corretto possibile del cliente che ha di fronte in modo da produrre un risultato capace di dare un grado di soddisfazione estremamente alto.
Per acquisire clienti, il travel designer possiede oggi una vasta gamma di opzioni fornite dagli strumenti digitali, social network e siti web in primis.
Ognuna di queste opzioni ha come obiettivo finale l’acquisizione di un lead, ovvero di un contatto che possa poi trasformarsi in cliente.
Spesso questi flussi passano dalla capacità di saper costruire vere e proprie community attraverso la produzione di contenuti di valore, siano questi video, articoli, fotografie.
Si viene così ad instaurare un rapporto virtuale ma estremamente fiduciario tra chi produce contenuto e chi di quel contenuto ne fruisce, rendendo di fatto il travel designer una figura autorevole.
A onor del vero, questa meccanica è applicabile in svariati ambiti; pensa ad esempio ai food blogger, o ai fashion blogger. La dinamica è la medesima:

  1. Costruisci il tuo pubblico
  2. Conquista la loro fiducia
  3. Diventa un riferimento

Nell’ambito del turismo, questi 3 punti sono stati per mezzo secolo appannaggio delle agenzie viaggi che, grazie ad una diffusione capillare sul territorio e al senso di sicurezza che hanno saputo trasmettere nell’aspirante turista, svolgono un lavoro vitale sia in fase di organizzazione che durante il viaggio.

Ma è ancora così? O meglio… sarà ancora così a lungo?

Già, perché – tanto per cambiare – è arrivato Internet a mischiare le carte in tavola e, mentre prima avere un’agenzia viaggi rientrava in un ambito imprenditoriale di una certa portata, oggi per svolgere egregiamente quel compito e conquistarsi la fiducia della propria audience “bastano” un PC, uno smartphone, l’intraprendenza e tanta passione.

Potrebbe iniziare così, dalla passione, la storia che voglio raccontarvi oggi.

La nostra protagonista si chiama Laura ed è una ragazza che mossa da un’ispirazione ha saputo dare vita ad un progetto originale, ambizioso ma concretamente realizzabile (ricorda sempre: se puoi sognarlo, puoi farlo).

Ho conosciuto Laura per telefono (e ora che ci penso, nonostante abbiamo lavorato parecchio assieme, non ci siamo mai nemmeno incontrati una volta di persona! Potenza del web!) e mi subito parsa una ragazza molto decisa.

Voleva da me un nuovo sito web per il suo progetto dal nome quasi impronunciabile e “con poco senso”: 7R Travel (scoprirò poi che questo nome tutto era tranne che impronunciabile e senza senso…).

Laura voleva si rifare il suo sito ormai datato e poco flessibile ma poneva dei “paletti tecnici”: voleva che continuassi ad utilizzare un plugin che già conosceva per non dover imparare daccapo come apportare delle modifiche al sito e inserire nuovi articoli.

“Con questa cliente sarà dura” mi sono detto. Mai deduzione fu più sbagliata.

Laura si è rivelata ben presto una ragazza solare ed estremamente collaborativa, che ha saputo trasmettere una grande passione e un grande entusiasmo in ogni fase del progetto che abbiamo realizzato assieme.

Laura è esigente ma non – come spesso accade – solo per la voglia di farti sudare i soldi guadagnati: 7R Travel è il suo progetto, il suo futuro. Il sito web è la sua vetrina, la sua agenzia viaggi. Così, consapevole dell’importanza che questo ricopre, pondera e pesa ogni scelta.

Così l’ho convinta ad adottare nuovi strumenti più performanti, rendendomi disponibile a seguirla nel percorso di apprendimento degli stessi e nelle prime fasi di lancio del nuovo portale.

E così è stato.

Oggi, terminato il mio lavoro, tocca a lei alimentare quella piattaforma che ho realizzato tecnicamente ma che rappresenta senza dubbio l’espressione del suo progetto, del suo sogno, della sua visione.

Conosciamola più da vicino.

D. Partiamo da te. Chi è Laura?

R. Laura è una di quelle, ormai tante, persone che ha capito cosa voleva veramente dalla vita e ha rinunciato a uno stipendio fisso e un posto di lavoro a tempo indeterminato per ottenerlo.

D. Quando e come hai capito di avere una forte passione per i viaggi e per l’avventura?

R. Questa passione ce l’ho fin da piccola e quando ho iniziato a viaggiare da sola, senza i miei genitori, ho sempre cercato le opportunità per fare sport più o meno estremi in ogni luogo in cui andavo, o andavo alla ricerca di qualche grotta da esplorare o vicoli e angoli nascosti da scovare.

D. Com’è nata l’idea di metterti in proprio e costruire “un’agenzia viaggi” tutta tua?

R. E’ nata dopo un viaggio in quad, parlando con la persona che guidava il gruppo, nonchè titolare dell’agenzia che attualmente è mia partner nell’attività di organizzazione dei miei viaggi.
Gli ho raccontato della mia passione e della mia voglia di fare altro nella vita e lui si è reso disponibile a darmi una mano. In cambio avrei cercato di portare qualche cliente a partecipare ai suoi tour.
Nel tempo l’idea iniziale si è sviluppata fino a oggi, in cui 7R Travel è un travel designer specializzato in viaggi avventura e sportivi.

D. Cos’è un Travel Designer e in cosa si differenzia da un’agenzia tradizionale?

R. Come potete leggere sul mio bellissimo sito, un travel designer è un consulente di viaggio che costruisce itinerari personalizzati con una forte componente emotiva ed esperienziale.
Io, in particolare, sono specializzata in viaggi avventura e sportivi. In pratica trovo le esperienze, le attività sportive, i luoghi da visitare, ecc… per farti provare le emozioni che avresti voluto o che stavi cercando. Non dipende dalla destinazione, ma da cosa, e soprattutto come, lo fai.
Il Travel designer crea il tuo pacchetto di emozioni ed esperienze, poi sta all’agente di viaggio tradurlo in luoghi, tempi, trasferimenti, alloggi, …
Infatti, l’Agente di Viaggio è un operatore autorizzato a organizzare e prenotare pacchetti turistici.
Per poter offrire ai suoi viaggiatori anche il servizio di organizzazione e prenotazione dei viaggi che disegna, 7R Travel infatti si avvale del supporto di un Tour Operator. A differenza delle agenzie di viaggio, tra cui includiamo anche i tour operator, il Travel Designer non ha itinerari prestabiliti ma lavora su richieste specifiche e uniche. È un professionista che, in base alla propria esperienza di viaggiatore e alle proprie competenze tecniche, disegna itinerari partendo dalle esigenze e dagli interessi del singolo cliente per realizzare viaggi unici, completamente su misura, selezionando i migliori partner per farti provare esperienze indimenticabili.

D. Qual è il significato del nome “7R Travel”?

R. Il DRD4-7R è la variante di un gene. Viene chiamato gene dell’avventura perchè quel 20% della popolazione mondiale che lo possiede ha sempre voglia di provare nuove esperienze, esplorare, assaggiare, fare sport estremi, conoscere nuove culture e soprattutto è caratterizzato da un irrefrenabile desiderio di viaggiare. Se vuoi sapere se hai il 7R fai il test sul mio sito 😉

D. Chi sono i tuoi clienti?

R. Sono persone curiose, che hanno voglia di viaggiare per scoprire il mondo e anche loro stessi. Si mettono alla prova e vogliono imaparare a superare i loro limiti. In un viaggio cercano il divertimento, l’emozione, lo stupore. Vogliono sentire il loro cuore che batte, che sia per un lancio in paracadute o per aver visto un pesce pagliaccio da vicino.

D. So che utilizzi dei “funnel” di marketing per acquisirne di nuovi. Vuoi raccontarci quali?

R. Il mio funnel è il test dell’avventura. Grazie a qualche divertente domanda su come la persona affronta un viaggio, sono in grado di selezionare il viaggiatore che potrebbe trarre il meglio dalla tipologia di viaggi che propongo.

D. In tutto questo, quanto sono importanti i social network e il tuo sito web?

R. Considerando che lavoro solo online, sono entrambi fondamentali. I social sono importanti perchè mi permettono di raggiungere un numero molto elevato di potenziali clienti senza troppi limiti geografici. Inoltre mi danno modo di interagire con le persone e di farmi conoscere, quindi di far conoscere anche il mio stile di viaggio.
Il sito rafforza questo obiettivo. E’ la vetrina che mi permette di spiegare più in dettaglio quello che faccio e di dare l’immagine del mio brand, nonchè informazioni più tecniche e utili.
Inizialmente ho creato il mio sito da sola, per risparmiare. L’ho rifatto parecchie volte perchè non era “bello” nè rispondeva pienamente a quello che volevo. Alla fine mi sono decisa ad investire in un’agenzia che ha creato un sito professionale, che dà l’immagine che volevo e sono molto soddisfatta del risultato.

D. Sei da sola nella gestione del tuo progetto oppure hai delle persone che ti aiutano?

R. Gestisco da sola l’aspetto strategico e operativo dell’attività, con il supporto del mio tour operator partner. Per la comunicazione invece mi affido a Valentina, la mia social media manager preferita.

D. 7R Travel è, ad oggi, un progetto che ti “garantisce uno stipendio”, oppure in questo momento stai investendo perché ciò avvenga?

R. Sono ancora in fase iniziale, quella in cui poni le basi con sudore e lacrime e speri che vada tutto bene e che il tuo progetto possa crescere.

D. Più in generale, come vedi il futuro del turismo e delle agenzie viaggi?

R. credo che il turismo stia cambiando radicalmente e che le agenzie di viaggio per come le conosciamo oggi dovranno evolversi in forme diverse. Spero solo che questo cambiamento, già ampiamente in atto, venga presto regolamentato per evitare che le persone si affidino a chi si improvvisa tour operator senza fornire alcuna garanzia di sicurezza.

Ringrazio infinitamente Laura per il tempo dedicato a rispondere alle mie domande.

Proprio oggi ho ricevuto da lei un messaggio che mi ha riempito di soddisfazione: 7R Travel sta dando risultati apprezzabili anche per quello che concerne l’indicizzazione sui motori di ricerca, un aspetto che – piaccia o no – è fondamentale per costruire un’audience. Ti invito ad approfondire queste tematiche nell’articolo in cui abbiamo analizzato i vantaggi derivanti dall’avere un sito web professionale per far crescere la tua attività.

Spero che la sua storia ti sia di ispirazione; se anche tu hai un’idea, un sogno, una visione rifletti sull’opportunità di dargli concretezza, senza lasciare nulla di intentato.

Proprio come sta facendo Laura, poniti degli obiettivi e fai in modo che siano realizzabili. Soprattutto, se senti di vivere una vita che non ti appartiene, non rassegnarti; usa l’insoddisfazione per costruire un nuovo futuro.

Il viaggio, è appena iniziato.

Visita 7R Travel

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *