creare un sito web

Creare un sito web serve davvero?

Ti sei mai chiesto se creare un sito web per la tua azienda o per il tuo brand serva davvero, oppure sia soltanto una specie di “moda” ormai superata?

D’altronde hai sempre fatto business anche senza un sito web, vero?

Quando ti trovi davanti ad un quaderno vuoto e devi decidere “da dove incominciare” è buona norma definire delle priorità. In questo caso il quaderno che vogliamo scrivere e riempire di idee utili è quello della nostra crescita professionale,intesa come la crescita delle opportunità lavorativeche un buon posizionamento ed una buona immagine possono apportare alla nostra azienda.

Per essere molto pratici, ragioniamo con esempi concreti.

Poniamo che tu sia un personal trainer. Ti chiami Mario Rossi (uno dei tanti) e hai una dannata voglia di non essere più uno dei tanti Mario Rossi che affollano il nostro paese.

Se fossimo tutti Mario Rossi, senza differenze, e se fossimo tutti personal trainer, l’affidarsi a me per curare il fisico piuttosto che a te o al Mario Rossi qui accanto si tradurrebbe soltanto in una mera questione di fortuna.

Dobbiamo quindi mettere in pratica una serie di azioni con l’obiettivo finale di arrivare a comunicare al nostro target (la nostra clientela) quali sono le caratteristiche peculiari che ci rendono una buona scelta, soprattutto se paragonata agli altri Mario.

Abbiamo già parlato qui come differenziarsi dalla concorrenza in modo efficace; l’obiettivo di questo articolo è invece quello di trovare il modo migliore di farlo, cercando di rispondere alla domanda iniziare relativa alla necessità o meno di creare un sito web per raggiungere questo risultato.

Posto che la nostra analisi introspettiva relativa ai nostri valori abbia prodotto un quadro soddisfacente, è arrivato il momento di scendere in campo. Dobbiamo trovare il modo di comunicare.

Se tu fossi Mario Rossi, il Personal Trainer e fossimo nel 1995 (ma anche nel 2000) ti affideresti a metodi tradizionali e che hanno saputo spesso dare dei buoni risultati.

Metodi altamente scientifici come…

Il passaparola, irrinunciabile pratica sempre utile e sempre in grado di dare ottimi risultati;

Il volantinaggio, ovvero il “nonno” delle odierne newsletter. Esci dall’ufficio e trovi incastrato tra il tergicristallo e il vetro della tua auto un foglio di carta gialla, stampata a un colore, con scritto “Mario Personal Trainer, Tel. 0234….”.

I tempi sono decisamente cambiati e oggi abbiamo a nostra disposizione metodi estremamente più complessi ed elaborati ma anche, fortunatamente, dannatamente più efficaci.

Quali sono dunque i passi per raggiungere la nostra clientela?

Numero uno: creare un’identità. Banalmente, dare un nome al tuo progetto, alla tua azienda.

Numero due: creare un logo che ti distingua, che sia al passo coi tempi e che trasmetta quell’aurea di serietà e professionalità di cui dovresti necessariamente contornarti per partire col piede giusto.

Abbiamo già parlato qui dell’importanza di questi aspetti.

Numero tre: farsi trovare su Internet. Dietro questa semplice frase sembra si nasconda il mondo, ed in effetti è un po’ così. Per farla semplice diciamo che hai quello che dovrebbe accadere è quanto segue:

1. Un utente cerca Personal Trainer su google

2. Nell’elenco dei risultati compare il tuo nome (o meglio, quello del tuo brand)

3. L’utente clicca sul tuo nome e trova quello che stava cercando

4. L’utente ti contatta e finalizzi l’accordo.

Hai trasformato un utente di Internet in un cliente.

Sai quanti sono gli utenti di Internet? Più di 3.5 miliardi.

Sai quanti di loro puoi – potenzialmente – raggiungere? Più di 3.5 miliardi. Il 100%.

Capisci da solo che con numeri come questi, lasciare inesplorato il tentativo di portare a termine il flusso utente -> cliente di cui sopra è quantomeno da pazzi.

Il flusso che abbiamo visto ha dei requisiti minimi di cui bisogna tenere conto.

Prima di tutto, affinché il tuo nome compaia nei risultati della ricerca e venga proposto al potenziale cliente, google deve entrare in possesso di informazioni su di te e su quello che offri, in modo tale che possa poi riproporre tali informazioni ai suoi utente coerentemente con la ricerca svolta.

Per fornire questo tipo di informazioni a google è necessario creare un sito web che contenga al suo interno delle pagine descrittive relative a te, al tuo progetto e ai tuoi servizi, che sia in linea con gli standard qualitativi attuali, esteticamente gradevole, facile da usare e che rappresenti l’immagine che vuoi dare di te stesso.

All’interno del tuo sito dovranno essere presenti dei testi che google sia in grado di indicizzare, ovvero di leggere, capire ed associare a determinate parole chiave correlate alla tua offerta o all’argomento di tua competenza.

Le tecniche che permettono di ottimizzare i siti web per essere ben indicizzati da google prendono il nome di SEO, ovvero Search Engine Optimization e prevedono una serie di accortezze tecniche che possono davvero farti fare il salto di qualità.

Infatti non devi dimenticare che, se la base di partenza è la stessa per te e per i tuoi concorrenti (es. tutti avete un sito web) l’essere proposti da google nelle posizioni più rilevanti, ovvero nelle prime pagine dei risultati di ricerca, è questione di dettagli.

La partita si gioca sulla giusta distribuzione dei testi, dei titoli, sull’ottimizzazione legata alle performance del sito – velocità e compatibilità con i dispositivi mobili su tutte.

Appare così evidente come affidarsi ad un professionista competente per creare un sito web sia di primaria importanza per la riuscita del proprio progetto e soprattutto per non disperdere inutilmente denaro verso soluzioni solo all’apparenza più economiche ma che, nel tempo, non possono dare gli stessi risultati.

Ovviamente creare un sito web, anche se può sembrarti già tantissimo, non è che il primo passo di quello che potrai fare in seguito. Ti accorgerai ben presto di avere a tua disposizione un potente strumento attraverso il quale acquisire nuovi clienti grazie a tecniche di marketing digitale sempre più mirate, in grado di comunicare ad un target altamente specifico e selezionato.

Quindi, per rispondere alla domanda iniziale: creare un sito web è davvero essenziale? La risposta non può che essere affermativa. Lo è per tutto quello che abbiamo appena detto, ma non solo.

Ricorda infatti che il sito web è ormai la prima vetrina di noi stessi, la copertina del nostro libro, la locandina del nostro film.

Noi tutti ormai identifichiamo aziende, prodotti e persone con l’immagine che queste hanno sul web.

Inoltre, se abbiamo una bella immagine su Internet i nostri clienti “storici” si sentiranno più al sicuro; sapranno infatti di essere “nelle mani” di un partner solido, serio, che sa rinnovarsi e crescere in un mondo che di fermarsi non ha proprio intenzione.

Se vuoi approfondire il discorso o se sei alla ricerca di qualcuno che possa aiutarti a creare un sito web per te o per la tua azienda, contattami. In tanti anni di attività ho supportato aziende, privati e professionisti nei loro progetti digitali. Analizzerò con piacere il tuo “caso”, trovando assieme a te la giusta strada da percorrere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.